Intolleranza

Intolleranza al lattosio: i sintomi che non sospetti

a cura di:
Redazione In Salute

Sapevi che i sintomi dell’intolleranza al lattosio non riguardano solo lo stomaco e l’intestino?

La cattiva digestione del lattosio causa infatti la manifestazione di sintomi in altre parti del corpo. Sintomi insospettabili, che siamo soliti associare ad altri disturbi.

Non sempre, infatti, l’intolleranza al lattosio si manifesta con disturbi come diarrea o mal di pancia. Insieme a questi sintomi gastrointestinali, possono comparirne altri, come mal di testa o irritabilità, difficilmente riconducibili a un disturbo della digestione.

Ma perché l’intolleranza al lattosio si può manifestare anche con sintomi che poco hanno a che vedere con l’apparato gastrointestinale?

Prima di rispondere a questa domanda, scopriamo qualcosa di più sull’intolleranza al lattosio.

Mal di pancia intolleranza al lattosio

Quando i batteri fanno festa a tue spese

L’intolleranza è causata da un’insufficiente quantità di lattasi nell’intestino tenue. La lattasi è un enzima, la cui unica funzione è di scindere il lattosio e permettere all’intestino di digerirlo. L’intestino è incapace di assorbire il lattosio e ha bisogno di scinderlo nelle sue componenti semplici e facilmente assimilabili, glucosio e galattosio.

Normalmente, il lattosio ingerito trova nell’intestino tenue la lattasi. L'enzima svolge il suo lavoro di scissione finché tutto il lattosio non è stato trasformato in glucosio e galattosio, digeribili e quindi utilizzabili dall’organismo.

Ma se la lattasi presente nel nostro intestino non è sufficiente per svolgere il suo lavoro cosa accade?

Il lattosio indigerito raggiunge il tratto finale dell’apparato digerente: il colon. A questo punto intervengono i batteri.

Batteri intolleranza al lattosio

Gas e tossine che fanno male

Trattandosi di uno zucchero, il lattosio rappresenta una prelibatezza per la flora batterica intestinale. Questi microrganismi provocano la fermentazione del lattosio nell’intestino. Tuttavia questo processo produce degli scarti come gas e tossine: sono loro i colpevoli dei disturbi dell’intolleranza al lattosio.

I gas che si liberano sono l’idrogeno e il metano, causa del gonfiore e della flatulenza.

Le tossine sono invece numerose. Ecco le principali:

  • Alcoli cioè molecole di tipo alcolico
  • Aldeidi
  • Metilgliossale
  • Acetoni
  • Acidi grassi a catena corta

Si tratta di composti chimici organici molto comuni. Quando queste molecole vengono assorbite producono alcuni sintomi gastrointestinali, in particolare costipazione, diarrea e il mal di pancia.

Ma queste stesse tossine producono anche altri sintomi meno comuni. Sintomi del tutto insospettabili e difficilmente collegabili a intolleranza al lattosio.

Mal di testa intolleranza al lattosio

I sintomi meno comuni dell’intolleranza al lattosio

Se vengono assorbite dall’intestino, le tossine entrano nella circolazione sanguigna, al pari degli altri nutrienti. Qui raggiungono i muscoli e i tessuti nervosi, provocando sintomi come:

  • Mal di testa
  • Irritabilità
  • Fatica
  • Diminuzione delle capacità uditive
  • Allergie
  • Dolore muscolare e articolare
  • Possibile riduzione della fertilità
  • Tachicardia

Questi sintomi si presentano in maniera diversa a seconda delle persone. Non tutti hanno la stessa risposta alle tossine o lo stesso grado di intolleranza al lattosio.

Spesso, anche i medici hanno difficoltà a collegare questi sintomi a un’intolleranza al lattosio.

Il risultato è che, spesso, si assumono farmaci non necessari e che, soprattutto, non eliminano le cause dei disturbi.

A questo proposito, prima di prendere medicinali o integratori alimentari, consigliamo di consultare il proprio medico che saprà indicare gli accertamenti e la terapia più appropriati.

Test genetico lactease DNA

Lactease DNA, un test genetico facile e veloce

Un modo per capire se questi sintomi, apparentemente casuali, sono collegabili all’intolleranza al lattosio è il test genetico Lactease DNA. Lactease DNA si basa sull’analisi del codice genetico per trovare il gene responsabile dell’intolleranza al lattosio.

Gli articoli più letti
Gli articoli più recenti