Lo sapevi?

La curcuma: benefici e proprietà di una spezia preziosa

a cura di:
Redazione In Salute

La curcuma, una spezia preziosa per la salute.
Esistono cibi che possono fornire al nostro organismo sostanze particolarmente utili per restare in salute, se non addirittura curative. Spesso si tratta di alimenti poco comuni sulla nostra tavola. In questa rubrica intitolata “Alimenti preziosi da scoprire” ti spieghiamo perché è importante introdurli con regolarità nella dieta e come puoi utilizzarli in cucina: oggi parliamo della curcuma.

 

Una polvere impalpabile, dal colore giallo ocra e dal profumo intenso. Così si presenta una delle spezie tradizionali della cucina etnica indiana ma che sempre più spesso troviamo anche protagonista in piatti occidentali. Il motivo di tale successo? Certamente è merito del gusto tipicamente orientale che regala a molte pietanze e del suo aroma inconfondibile. Inoltre, i numerosi benefici a favore della salute apportati dalla curcuma spiegano il perché sempre più persone abbiano deciso di aggiungere un nuovo vasetto delle spezie nella propria cucina…

Curcuma: proprietà nutritive insospettabili

Innanzitutto è importante sapere che la spezia si ottiene polverizzando la radice bollita e poi essiccata dell’omonima pianta, che fa parte della stessa famiglia a cui appartiene lo zenzero (guarda caso, anch’esso alimento dalle eccezionali proprietà).

Il principio attivo che rende così prezioso lo “zafferano d’India”, altro nome con cui è nota la spezia, è la curcumina.

Ma vediamo quali sono i principali “superpoteri” di questa polvere aromatica.

  • Possiede proprietà antiossidanti e antinfiammatorie

    Sono tra i pregi principali di questa spezia, tali da farla ritenere una sostanza importante anche nella prevenzione di alcune forme tumorali.

  • Ottima come depurativo

    Le viene riconosciuta in particolare una spiccata proprietà disintossicante, soprattutto a carico del fegato. Per questo scopo viene soprattutto usata per preparare decotti e tisane o assunta sottoforma di capsule.

  • Fonte di sali minerali

    Indispensabili al nostro benessere e presenti in ampia quantità nella curcuma sono sodio, magnesio, potassio, ferro, zinco, selenio, rame.

Ma a che cosa serve la curcuma in cucina?

Semplice: per insaporire qualsiasi piatto! Dai primi, ai secondi di carne e pesce fino ad arrivare ai dessert (esistono svariate ricette di torte, ciambelle e biscotti alla curcuma).

Se il suo aspetto ti ricorda il curry, ebbene non sei fuori strada: la curcuma è infatti il principale componente del curry, un mix di spezie ormai molto popolare in tutto il mondo.

La curiosità

Quando va aggiunta ai cibi? Meglio a fine cottura: così la droga ha modo di sprigionare tutto il suo aroma senza perdere nessuna delle proprietà nutritive.

Due ricette con la curcuma. Da provare subito!

Polpettine di lenticchie 

Un piatto interessante, sostanzioso e adatto anche a chi segue una dieta vegetariana. In una terrina, impasta 600 g di lenticchie già cotte (vanno bene anche quelle già lessate), 250 g di ricotta, 80 g di Parmigiano Reggiano o Grana Padano grattugiato, 80 g di pane grattugiato, un uovo e naturalmente un cucchiaino abbondante di curcuma. Quando il composto sarà omogeneo, forma delle palline e falle rotolare su un piatto con altro pane grattugiato. Puoi friggerle in padella o cuocerle in versione più light, disponendole su carta forno e lasciando in forno a 180° per circa mezz’ora.

Frullato alla frutta e curcuma

L’estate è alle porte, per questo motivo abbiamo deciso di proporre questo delizioso e rinfrescante frullato a base di frutta e curcuma.
La preparazione è facile e veloce: lava, sbuccia e pulisci una banana e un mango; ora sbuccia un’arancia e spremi il succo. Taglia la banana e il mango a fette e mettile nel frullatore, aggiungi il succo d’arancia, ½ cucchiaino di curcuma, un pizzico di zenzero (facoltativo), ½ bicchiere d’acqua e frulla il tutto. Aggiungi un bicchiere di latte e aziona un’altra passata di frullatore. Lascia riposare il tuo frullato in frigo per 10 minuti… ora è pronto da gustare! Una volta pronto, il frullato alla curcuma si conserva al massimo per un giorno e rigorosamente in frigorifero.

Gli articoli più letti
Gli articoli più recenti