Mangiar bene

Con o senza latte? Idee per una colazione nutriente!

a cura di:
Redazione In Salute

Tutti conoscono l’importanza della prima colazione, il pasto fondamentale che fornisce l’energia richiesta dal nostro metabolismo per affrontare la giornata. Tuttavia, non sempre è chiaro quali siano gli alimenti più indicati da consumare appena alzati, soprattutto per chi soffre di disturbi e intolleranze alimentari.

Cosa mettere in tavola di prima mattina?

Di certo le possibilità per il primo pasto della giornata non mancano, e ogni cultura ha le proprie abitudini. In Inghilterra e nel nord dell’Europa regna la full breakfast, un pasto completo, ricco di proteine animali e grassi, utili per far fronte al clima rigido. Si tratta di un unico grande piatto contenente fagioli, uova, pomodori, bacon e pane tostato. Il tutto rigorosamente accompagnato da una tazza di tè, vera icona della cultura anglosassone. Negli Stati Uniti e in Canada la colazione, pur ricordando quella inglese, si caratterizza per la presenza di dolci come i pancakes con sciroppo d’acero e muffin. La tipica colazione italiana, invece, è a base di caffè, latte, biscotti, pane o fette biscottate, burro, marmellata e yogurt. Altri alimenti diffusi sono cereali, macedonia di frutta e muesli. Se consumata al bar, prevede naturalmente il cappuccino, accompagnato dal tradizionale cornetto.

Il latte: un alimento importante.

Nella dieta mediterranea, considerata un regime alimentare sano ed equilibrato, non mancano quindi latte e yogurt. Quest’ultimo è particolarmente consigliato, essendo un alimento probiotico che rafforza la flora batterica intestinale e aiuta il sistema immunitario. Indispensabile è anche il latte, in assoluto uno dei cibi più completi e nutrienti, ricco di calcio e vitamina D (fondamentali per il corretto sviluppo del sistema scheletrico), ma anche di vitamine del gruppo A e B. Contiene, inoltre, tutti gli aminoacidi che servono al nostro organismo per rimanere in buona salute e prevenire malattie degenerative come l’osteoporosi. Consumato di mattina, il latte è un ottimo alleato contro la fame: è stato dimostrato, infatti, che una colazione insufficiente o troppo frettolosa, aumenta l’appetito durante tutta la giornata e rallenta il metabolismo. Inoltre, le ricerche suggeriscono che un’adeguata assunzione di calcio e vitamina D possa favorire la riduzione del peso corporeo. In questo senso, quindi, il latte non solo non farebbe ingrassare, ma addirittura potrebbe aiutare a rimanere in forma.

Non possiamo dimenticare, però, che nel nostro paese c’è una comunità molto ampia di persone che, perché intolleranti al lattosio o per altre ragioni, sono costantemente alla ricerca di sostituti di latte e derivati. Vediamo insieme quali sono i migliori…

Infusi e spremute: due valide alternative al latte.

Esiste una soluzione che ha una tradizione millenaria: l’abitudine di consumare tè a colazione è diventata comune anche in Italia, sull’onda delle diete dimagranti, che suggeriscono di eliminare il latte o i cibi grassi, a favore degli infusi. Le varietà sono numerose (tè verde, nero, bianco, oolong, giallo, rosso), ed ognuna possiede differenti proprietà. Il tè ha diversi effetti positivi sul nostro organismo: è depurativo, digestivo e ricco di antiossidanti. Inoltre, fa bene al cuore e alle arterie, abbassando il rischio di infarti e malattie cardiache. Un’altra possibilità è rappresentata dai centrifugati, dalle spremute e dai succhi di frutta, ottime fonti di vitamina C e di altri principi nutritivi molto utili all’organismo.

Abbiamo visto, quindi, che esistono valide soluzioni alternative al consumo di latte. Tuttavia, prima di rinunciarvi troppo frettolosamente, è consigliabile valutarne attentamente l’importanza per una dieta sana e ben calibrata.

Le possibilità per una colazione gustosa e nutriente non mancano, ora a voi la scelta.
Buon appetito!

Gli articoli più letti
Gli articoli più recenti